Delega efficace: gli 11 fattori determinanti per il successo

Aiutami a condividere l'articolo!

delega  efficaceSai riconoscere quando non hai una delega efficace? Oppure quando non stai delegando abbastanza?

Una delega efficace ti permette di fare più cose allo stesso tempo, ma non tutte fatte da te.

Si tratta di coltivare una squadra di collaboratori o persone che sono entusiaste della missione che compiono.

Una parte fondamentale del tuo lavoro da leader è motivare e ispirare la tua squadra, quindi consentire loro di partecipare attivamente alla tua visione.

Capisci che non stai delegando abbastanza, se ti trovi in una o alcune di queste situazioni:

  • Sei sopraffatto e stai lottando per trovare il tempo per lavorare su qualcosa di importante, ma non ci riesci;
  • Quello che stai facendo è diventato così dispendioso che manca il tempo per la famiglia e le vacanze;
  • Non hai più tempo per socializzare o fare esercizio fisico;
  • Hai una squadra, ma non riesci a convincerli a fare quello che vuoi;
  • Non ti fidi che le cose saranno fatte bene, a meno che non lo faccia tu da solo.

Se sei un leader bloccato nella sindrome “lo farò da solo”, sono sicuro che hai una marea di giustificazioni sul motivo per cui le cose devono essere come sono.

Riconosci in fondo che devi essere un delegante migliore, ma nonostante la vera analisi oggettiva della situazione ti permette di capire ciò, trovi tutte le giustificazioni nel continuare a non delegare o almeno non nel modo corretto.

Questo però non va bene!

La delega efficace ti permette di essere un leader di obiettivi. Da solo non potrai mai raggiungere grandi risultati.

Seguendo il Modello dei 5 Settori, approfondito nel libro >>> Le 55 Abilità del Leader Efficace,  e nel post

>>> Leadership efficace: i 5 settori dove migliorare.

l’obiettivo di questo articolo è aiutarti a scoprire gli 11 fattori determinanti della delega efficace, che un leader dovrebbe considerare per portare una squadra alla realizzazione di grandi obiettivi.

I fattori che determinano una delega efficace

Una delle transizioni più difficili da compiere per i leader per arrivare a una delega efficace è il passaggio dal fare al guidare.

Come leader o manager principiante puoi farla franca facendo una grossa mole di lavoro da solo il lavoro. I colleghi e i capi possono persino ammirare la tua volontà di continuare a “rimboccarti le maniche” per eseguire incarichi tattici.

Ma, man mano che le tue responsabilità diventano più complesse, la differenza tra un leader efficace e fortissimo contributore individuale con il titolo di leader è dolorosamente evidente.

John C. Maxwell, uno dei guru più famosi sulla leadership, sulla delega efficace afferma che:

Se vuoi fare bene alcune piccole cose, falle tu stesso. Se vuoi fare grandi cose e avere un grande impatto, impara a delegare“.

Ci sono molte caratteristiche che hanno i leader con una fruttuosa capacità di delega, e prendendo spunto da alcuni studi e ricerche, di seguito ti svelo fattori che incidono fortemente sull’attuazione della delega efficace:

Approfondiamole tutte.

Chiarezza

Il compito più importante di un leader è creare chiarezza per sé stesso e per la propria squadra, o organizzazione.

La mancanza di chiarezza personale inizia con la mancanza di obiettivi chiaramente definiti, sia a breve, sia a lungo termine.

Senza chiarezza personale, la soddisfazione della vita diminuisce e si instaura l’autocompiacimento.

La chiarezza organizzativa inizia con la chiarezza della leadership: senza questa la produttività soffre e il turnover aumenta.

Per fare chiarezza a te stesso come leader, poniti queste domande chiave:

  1. Chi sono io come leader?
  2. Come voglio condurre?
  3. Chi sto guidando?
  4. Come posso servire gli altri?
  5. Come posso autorizzare gli altri a guidare?
  6. In che modo la mia leadership riflette la mia integrità?

Rispondendo e riflettendo periodicamente su queste sei domande, migliorerai la chiarezza della tua leadership e di conseguenza renderai la tua delega efficace.

Delega

Per poter guidare con successo un numero crescente di persone, è necessario dare l’autorità alle persone chiave e guidare i loro progressi.

In qualità di leader, delegare è importante perché non puoi, e non dovresti, fare tutto da solo.

La delega rafforza il tuo team, crea fiducia e aiuta lo sviluppo professionale. E per te, ti aiuta a imparare come identificare chi è più adatto per affrontare compiti o progetti.

La delega è un chiaro segno che rispetti le capacità dei tuoi collaboratori e che ti fidi della loro discrezione.

I collaboratori che si sentono fidati e rispettati tendono ad avere un livello più elevato di impegno nei confronti del proprio lavoro, della propria organizzazione e, soprattutto, del proprio leader.

L’autorità delegata sarà necessaria alle persone per adempiere alla propria responsabilità. Sii chiaro riguardo al tempo che hanno a disposizione, ai soldi che possono spendere e alle persone a cui possono rivolgersi per portare a termine il lavoro richiesto.

Equità

Quando si tratta di leadership, la capacità di giudicare le situazioni e le persone con equità è essenziale, perché mostra loro come le apprezzi.

I leader che sono equi con le persone sono quelli che sono amati e ricordati.

Se vuoi diventare un leader più efficace, quindi, concentrarti sull’equità è un buon punto di partenza. Se pensi che una tale focalizzazione sia più facile a dirsi che a farsi, hai ragione.

Ma se pensi che non valga la pena di svilupparla e migliorarla, allora probabilmente dovresti cercare una carriera in politica, in cui apparentemente il clientelismo prevale sempre sull’equità.

Equità significa trattare con gli altri in modo coerente, imparziale e obiettivo.

I leader che hanno un forte senso di correttezza nei rapporti con i collaboratori tendono a tirare fuori il meglio in termini di iniziativa, innovazione e produttività.

I collaboratori che ritengono che il leader sul posto di lavoro pratichi un trattamento equo in modo coerente, tenderanno a offrire in cambio la loro lealtà e dedizione.

Fiducia nella squadra

Un fattore chiave per una delega efficace è avere fiducia nei collaboratori.

Questo può essere difficile, ma la tua fiducia nel tuo team dipende in gran parte dalle persone che assumi, dalla tua capacità di addestrarle e dal lavoro che deleghi loro.

Se credi nella loro capacità di saper fare queste cose, devi fidarti di loro  per ottenere i risultati desiderati e non micro-gestire ogni loro attività.

Spesso, quando la fiducia è il fondamento della relazione, si tende a prevedere quello che l’altro può fare, anche senza sapere molto dell’altra persona, o senza molta conoscenza della situazione.

Non aver fiducia nei tuoi collaboratori, o in quello che possono fare, accettando i loro e i tuoi errori, può avere una cattiva influenza sulla squadra, generando demotivazione, micro-gestione e sfiducia.

Sfortunatamente, quando dedichi più tempo alla micro-gestione del tuo team, le attività di leadership e sviluppo, che costruiscono l’organizzazione, saranno le prime a svanire, perché sono spesso viste come superflue.

Insegnamento

Se non sai insegnare, avrai molte difficoltà per attuare una delega efficace.

Il leader deve essere in grado di condividere le metodologie e i processi che fanno funzionare la propria squadra, o organizzazione, con le persone con cui lavora.

Se un leader è scarsamente formato, i collaboratori saranno scarsamente addestrati e ciò si rifletterà nelle attività e nei risultati.

Ricorda sempre che il modo migliore per imparare bene una cosa, anche per te stesso, è insegnarla!

Ci persone in una posizione di leadership formale che si interessano di più ai propri risultati, che alle persone che guidano. Troppo accecati dal proprio ego, pensano di essere dei grandi leader, capaci di portare la squadra a nuovi livelli che non potrebbe raggiungere da sola.

Questo desiderio di successo è ammirevole e, allo stesso tempo, positivo per la squadra o organizzazione, ma a lungo termine non funzionerà. Costoro affermano di essere leader, ma per gli altri essi si stanno ponendo in modo sbagliato.

C’è una grande differenza tra guidare gli altri verso il successo e insegnare agli altri a trovare il successo da soli.

Un buon leader trova soddisfazione non solo nell’insegnare agli altri, ma anche mostrare agli altri come possono fare più di quanto credono di poter fare. Questo tipo di leader ha una forte spinta a investire nelle persone, non per il ritorno che ciò darà a lui, ma per il ritorno che avranno le persone.

Ispirazione

Ammettiamolo, è difficile amare ogni parte del nostro lavoro, qualunque cosa noi facciamo e amiamo.

Un grande leader sa ispirare la propria squadra, assicurandosi che tutti sappiano che, ciò che stanno facendo, ha un impatto maggiore di quanto essi si rendano conto.

Per essere un leader efficace dovrai imparare a ispirare gli altri, generando in loro quel sentimento di “raggiungere la vetta insieme”, perseguendo al tempo stesso un obiettivo condiviso.   

L’ispirazione è quella forza intuitiva che tu esprimi e che trascina gli altri a condividere le tue scelte, a sentirle adatte a loro e a farsene carico, anche senza la tua spinta.

Ispirare gli altri comporta, innanzitutto, una chiarezza sulla propria missione e visione personale; avere uno scopo ben definito con un piano per raggiungerlo; mostrare una passione e una perseveranza fuori dal comune nell’attuare il piano.

Fatto il primo passo, dovrai condividere la tua visione ed i tuoi ideali con gli altri, facendo loro intravedere la possibile realizzazione della visione (la realtà futura).

Motivazione Estrinseca

Nel post >>> Conoscenza di sé: le 11 abilità da sviluppare, abbiamo parlato della motivazione intrinseca, cioè la l’auto-motivazione. Le persone intrinsecamente motivate traggono grande soddisfazione e divertimento da ciò che fanno.

Esiste anche la motivazione estrinseca, quella determinata da fattori esterni per incoraggiare le persone a fare le cose. Aumenti di stipendio, permessi, bonus, riconoscimento individuale e sociale, minaccia di perdita del lavoro sono tutte motivazioni estrinseche, alcune positive, altre meno.

Senza definire un confine netto, un vero leader è trasportato maggiormente dalla motivazione intrinseca, mentre un manager, o una persona che non preferisce la leadership, è trascinato più dalla motivazione estrinseca.

Il problema con i processi regolati esternamente è che diminuiscono la qualità del lavoro svolto: il soggetto in questa circostanza ha il compito di ottenere la ricompensa o evitare la punizione.

È chiaro allora che, un leader efficace, per trascinare e motivare le persone, deve fondamentalmente comprendere cosa gli altri vogliono per sé stessi e cosa li spinge ad impegnarsi.

Inoltre, è fondamentale capire che ogni membro del team è diverso e, probabilmente, avrà motivazioni estrinseche diverse. Quindi, è importante conoscere le persone, scoprire cosa le motiva e trovare una buona miscela di motivazioni estrinseche e intrinseche.

Ricompensa

Un tratto chiave della leadership è la capacità di ispirare seguaci. Oltre a fornire una visione e una direzione condivise, i leader devono sviluppare una relazione con le persone per ispirarli a seguirlo.

Una relazione di leadership di successo ispira le persone a diventare più di quanto avrebbero potuto essere senza la relazione.

Seguendo un leader efficace, le persone realizzano e ottengono più di quanto avrebbero mai immaginato possibile fare da soli. Il fondamento di questa relazione di successo è la capacità del leader di far sentire importanti le persone.

Il denaro conta, ma non conta così tanto. Apprezzare gli sforzi degli altri, nella maggior parte dei casi, conta di più.

Il denaro e altri vantaggi funzionano in una certa misura, anche se, poiché il denaro è una quantità limitata nella maggior parte delle organizzazioni, non dovresti enfatizzare troppo la sua importanza.

Un leader efficace crea un ambiente di lavoro in cui le persone si sentono importanti e apprezzate. I leader fanno sentire importanti le persone attraverso la ricompensa e il riconoscimento.

Rispetto per gli altri

Senza rispetto, le relazioni vacillano. Tutti vogliono e hanno bisogno di sentirsi rispettati, eppure, una ricerca fatta attraverso un sondaggio mondiale dimostra che il 54% delle persone dichiara di non ottenere regolarmente rispetto dai propri leader.

Questa stessa ricerca ha mostrato che, essere trattati con rispetto, è più importante del riconoscimento ed è persino un’opportunità di apprendimento, crescita e sviluppo.

Quando mostri rispetto verso le altre persone, è molto più facile costruire relazioni significative e benefiche.

Potrebbe non essere necessario apportare enormi cambiamenti al tuo comportamento per essere più rispettoso: basta solo capire il comportamento che gli altri si aspettano da te.

Valutazione

Un approccio situazionale alla leadership garantisce il successo nel complesso ambiente organizzativo di oggi.

I leader di successo hanno la capacità di guardare le persone e le situazioni con prospettive diverse.

Valutano la situazione e i comportamenti dei membri della squadra, dopodiché determinano il tipo di approccio da utilizzare per ottenere il miglior risultato.

Ecco alcune delle tecniche che i leader più efficace usano per leggere le persone.

  • Cominciano con la comprensione di sé stessi
  • Imparano le personalità degli altri
  • Osservano e ascoltano
  • Guardano sotto la superficie
  • Cercano la differenza e l’unicità
  • Guardano le emozioni
  • Pensano in termini di motivazione

Leggere le persone, valutarle, coglierne i segnali, conoscerle a un livello più profondo, è un’abilità importante per ognuno di noi, ma è fondamentale per un leader che aspira alla grandezza.

Visione condivisa

Spesso capita che squadra non riesce a fare alcun progresso o raggiungere qualche obiettivo, anche se ha molte persone di talento, delle buone risorse ed opportunità.

Se questo succede, c’è una forte possibilità che il tutto sia dovuto alla mancanza di una visione condivisa.

Una squadra senza visione è nella peggiore delle ipotesi senza uno scopo. Nella migliore delle ipotesi, invece, è soggetta agli obiettivi personali, talvolta egoistici, dei vari membri della squadra.

D’altra parte, una squadra, che abbraccia una visione comune, diventa concentrata, eccitata e fiduciosa, poiché sa dove è diretta e perché sta andando verso quella direzione.

Una visione condivisa dà la direzione e la fiducia ai membri della squadra.

Un leader efficace conosce l’importanza di creare una visione condivisa forte per la sua squadra. Una visione avvincente consente al leader di anticipare un futuro entusiasmante. E, quando viene comunicata con sicurezza al team, una visione stimolante fornisce un grido di battaglia che stimola tutti a realizzare grandi cose.

***

La delega efficace nella leadership non è solo delegare i compiti che non riesci a fare, ma anche dare autorità e potere ai collaboratori, attraverso una maggiore autorità, autonomia, indipendenza e valorizzazione.

Nessun leader può fare tutto in ogni momento e la delega efficace è uno strumento chiave per migliorare le prestazioni e l’efficienza del team e dell’organizzazione nel raggiungere gli obiettivi.


Per approfondire il Modello dei 5 Settori della Leadership Efficace, ti consiglio di leggere Le 55 Abilità del Leader Efficace.


Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Leave a Reply

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <